Audio ON

Cucina e vini della tradizione trentina a Milano


LE PR0P0STE D’INVERN0

LA DANZA DELLA NEVE E’ NELL’ARIA,LA TERRA,CUSTODE DEI SEMI, DORMESOGNANDO IL SOLE E LA PRIMAVERA.E’ IL TEMPO DI GUSTARE CALDE ZUPPE,POLENTE FUMANTI, CARNI SUCCOLENTE,CACCIAGIONI E TARTUFI NERI DI BOSC0,DELICATI PESCI DEI FIUMI E LAGHI FREDDI.PIATTI RICCHI DI TANTA STORIA E POESIA.


LE ENTRATE 15,00

CIUìGA E MORTANDÈLA A LE CORNÀL
ERA IL TRADIZIONALE ANTIPASTO DELLE VECCHIE POSTERIE DI MONTAGNA, DOVENEI TEMPI DI CRISI FACEVANO IL SALAME CON CARNI MISTE A RAPE, LA CUìGA,LA MORTANDÈLA ERA UN INSACCATO DI SUINO COTTO IN VINO ROSSO E GINEPRO..RISCOPERTE, ORA SONO PRESIDI TRENTINI DI SLOW FOOD INTERNATIONAL. MISTO DI SALUMI TRENTINI CALDI CON SALSA DI CORNIÒLE SELVATICHE,E TORTINO DI POLENTA DI CASTAGNE ALLA SALVIA FRITTA.

FEGADÈi ‘N TEL RADìCH DE BIÉN
FAGOTTIN0 DI RADICCHI0 R0SS0 DI BIENO E FEGAT0 GRASS0 D’ANATRA,AVVOLTO IN SPECK, GRIGLIATO E SERVITO CON CREMA DI PORRI ALLE NOCI.

PROFÈZEN DE SPETZ ‘TSA0Rì, ARTICIÒCH E TARTÙFOLE
PAN DORATO FARCITO CON FORMAGGIO DI MOENA AI SEMI DI PAPAVERO,SMINUZZATA DI CARCIOFI E TARTUFO NERO BRUMALE 16,00
PIATTO VEGETARIAN0

FRITOLìN DE PESS DEL VÒ 1 5,00
I VÒ’ ERANO I GUADI DEI FIUMI, DOVE NELL’ACQUA BASSA SI PESCAVA CON LE MANI.GUSTOSO PICCOLO FRITTO DI FILETTI DI PESCI, GAMBERI D’ ACQUA DOLCE,E VERDURE C0N SALSA DI LIMONI E CIC0RINO ALL’OLIO DELL’ ALTO GARDA..

TABIÈL DE LEGN DEL MASÈR
TAGLIERE FREDDO DI SPECK DELLA VAL DI NON, PETTO D’OCA AFFUMICATO,SALAMINI DEL CAMINO, MANZO SALMISTRATO,CON CETRIOLI AGRODOLCI, FUNGHI DI BOSCO SOTT’OLIO,E CROSTINI CALDI DI POLENTA AL LARDO ED ERBE AROMATICHE.


LE MINESTRE E LE PASTE 15,00

SUPA POTRìDA DE SAÓR AGRESTO
ZUPPA RICCA DI CARNI AFFUMICATE CON LE ULTIME VERDURE DELL’ORTO,CAVOLI CAPPUCCI, RAPE, BIETOLE E PICCOLI CANEDERLI NEL SUO BRODO.ERA LA CENA ABITUALE DELLA GENTE DI MONTAGNA NELLA STAGIONE FREDDA.

SUPA DE SÈLEM A LE BRISE VEGETARIANA
CREMA DI SEDANO RAPA, PATATE, GRANELLA DI FUNGHI PORCINI ESSICATI,SPUMA DI VERDE DI PORRI E DADOLATA DI POLENTA DORATA.LA CUCINA DI UNA VOLTA NON SPRECAVA MAI NULLA, CON IL PANE RAFFERMO,AVANZI DI CARNI, VERDURE E TANTA FANTASIA SI RICAVAVANO DEI PIATTI DELIZIOSI.

CANÉDERLI DE CASOLÉT
GNOCCHI TRENTINI DI PANE E FORMAGGIO CASOLET DELLA VAL DI SOLE,CON RAGÙ DI MANZO BRASATO E VERZE AI PINOLI DI CIMBRO.

CANÉDERLI DE ZUCA BARÙCA
GNOCCHI DI PANE DI FARINA DI SEGALE, ZUCCA GIALLA, SPECK CROCCANTE,E FUSIONE DI FORMAGGIO VEZZENA MEZZANO DI MALGA FRATTE.SENZA LO SPECK DIVENTANO VEGETARIANI.

BIS DI ASSAGGI DI CANEDERLI 18.00

SFOIÀE CUNCE DE FASÁN SELVÀDEGH 15,00
LASAGNE SPEZZETTATE DI PASTA DI FAGIOLI, TIPICHE DELLE GIUDICARIE,ALL’ INTINGOLO DI FAGIANO ALLE NOCCIOLE ED ERBA CIPOLLINA FRITTA.

CIARÒNCIE AI FÒNCHES DAI CIÒNCH VEGETARIANO
TORTELLI LADINI DI GRANO SARACENO RIPIENI DI SPINACI SELVATICI,IN SALSA DI FUNGHI INVERNALI DEI CIOCCHI DI GELSO E RAPE ROSSE.

BìGOI CO LE SARDÈLE
SPAGHETTI AL TORCHIO CON FILETTINI E PESTO DI SARDÉNE, PESCI DI LAGO,ZUCCHINE, CAPPERI ED OLIVE MATURE GARDESANE.

RISS A LE TARTÙFOLE BÒNE E BASTARDE
RISOTTO AL CERFOGLIO E VIN0 TRAMINER AROMATICO,CON TRIFOLATURA DI TOPINAMBÙR E PROFUMO DI TARTUFO NERO.

PASTE IN BIANCO O AL POMODORO 7,00


LE PIETANZE 22,00

POLENTA SERENTA E BRASÀ AL VIN DE SAÙ
IN MONTAGNA, DOVE NON CRESCEVA LA VITE, CON LE BACCHE DI SAMBUCCO, IL SAÙ,SI RICAVAVA UN SUCCEDANEO DEL VINO DI SAPORE AGRODOLCE,CHE VENIVA ANCHE USATO PER AROMATIZZARE LE CARNI IN LUNGA COTTURA.BRASATO DI STINCO DI MANZO AL VINO DI SAMBUCO,CON BROCCOLI BIANCHI, VERZE ALLO SCALOGNO E POLENTA DI PATATE.

POLENTA E CÀVOI GARBI, DETTI CRÀUTI
PIATTO CHE ERA UNA SPECIE DI RITO FAMIGLIARE SULLA TAVOLA DELLA DOMENICA,LO PROPONIAM0, RIVISITATO ED ALLEGGERITO.I CRAUTI FERMENTATI, RICCHI DI VITAMINE, SONO UN POTENTE DIGESTIVO NATURALE,COSTINA DI VITELLO, PETTO DI CAPPONE, FILETTO DI MAIALE E COTECHINO,STUFATI AL CUMINO, CAVOLI ACIDULATI E MELE COTOGNE,SU POLENTA DORATA DI MAIS DI STORO.

CARNE ‘NFUMEGADA E FASÒI EN BRONZÓN
CARNE DI MANZO LEGGERMENTE FUMATA AL PINO MUGO, AFFETTATA FINE,GRIGLIATA E SERVITA CON FAGIOLI ALLA CIPOLLA ROSSA E SPECK.

BÒM VEDÈL A LE TARTÙFOLE 24.00
TAGLIATA DI VITELLO AL BURRO DI TARTUFI NERI DEL MONTE BALDO,CUORE DI CARCIOFO E RADICCHIO GRATINATI.

TONCO DE CAVRIÓL ENBRIAGÀ
UMIDO DI CAPRIOLO AL VINO ROSSO MARZEMINO E SEMI DI MELAGRANA,TORTINO DI PATATE. E CICORIA DELLE VIGNE

ÀNEDRA SELVÀDEGA DE LA TORBERA 22,00
PETTO D’ ANATRA SELVATICA, IL GERMANO REALE DELLE TORBIERE.SCALOPPATO AL ROSA IN SALSA DI NOCI E PURE’ DI LENTICCHIE VERDI.

ÓFF AI FìNFERLI 20,00
UOVO IN TEGAMINO ALLA CREMA DI FUNGHI CANTARELLI SOTT’ OLIO, INDIVIA,E POLENTINA MANTECATA AL FORMAGGIO ERBORINATO DI CAPRA.PIATTO VEGETARIANO

CARNI GRIGLIATE O IN PADELLA A RICHIESTA SQ.



IL PESCATO

PESS SU LA CALDÉRA 19,00
LA CALDĖRA ERA IL BRACIERE CHE SI USAVA SUI BARCONI A VELA GARDESANI,COPERTO DA UNA LASTRA DI PIETRA, SERVIVA PER CUOCERE RUSTICAMENTE IL PESCE.FILETTI DI PESCE PERSICO, LAVARELLO, AGONE, CAVEDANO E VERDURECUCINATI SU PIETRA OLLARE AL PROFUMO DI TIMO CEDRINO ED ALLORO.

TRUTA REGINA DEL PONÀL
TRANCIO SPINATO DI GROSSA TROTA LACUSTRE ARROSTITA IN FORNO,FARCITA DI FUNGHI MISTI ESSICCATI, ORIGANO E TORTINO DI PATATE.LE TROTE GIGANTI VIVONO NELLE ACQUE PROFONDE, DIFFICILI DA CATTURARE,SONO CHIAMATE LE REGINE, PERCHE’ RITENUTE LE GENITRICI DELLA LORO SPECIE.

LUZ AI PEVERONI
BOCCONCINI DI LUCCIO IN SALSA DI PEPERONI VERDI, CAPPERI E PINOLI,CON POMODORI GRIGLIATI E SEDANO RAPA IN OLIO CALDO AL BASILICO.

SALMARÍN A LA SERENTA
FILETTO DI SALMERINO AVVOLTO IN FOGLIE DI VERZA E SPECK SFILACCIATO,RADICCHIO ROSSO E CROSTINI DI POLENTA DI PATATE DORATI.

FILETTO DI PESCE IN BIANCO ALL’OLIO, O BURRO, O GRIGLIATO 14,00



I FORMAGGI DI MALGA

PIATT DE LA BELA CASÈRA 16,00

MISTO DI FORMAGGI D’ ALPEGGIO TRENTINISPRETZ T’ZAORÌ DI MOENASPRESSA MAGRA DELLA VAL RENDENAERBORINATO E FRESCO DI CAPRA DEL LOMASOSTRAVECCHIO DELL’ALTIPIANO DELLA VÈZZENAUBRIACO AL TEROLDEGO ROTALIANOCROSTINO DI POLENTA, SALSA DI VINO ROSSO SPEZIATO E SENAPATA DI FICHI.


INSALATE CRUDE O BOLLITE DI STAGIONE 5.,00





lE COSE DOLCI E GELATE 7,00

STRÙDEL DE CODOGNI
DOLCE DI PASTA DA PANE ALLE MELE COTOGNE, UVETTA E LIMONE CANDIT0,SERVITO TIEPIDO, CON GELATO ALLA CANNELLA.

PASTìZ DE CASTEGNE
PASTICCIO DI CASTAGNE DI MANTECATE AL MIELE DI RODODENDRO,CON ZABAIONE CALDO DI MOSCATO ROSA.

SÀCHER, L’ IMPERIALE
TORTA DI CIOCCOLATO FONDENTE, UOVA E CONFETTURA DI ALBICOCCHECON CREMA DI MENTA SELVATICA.

FRITOLE DE POM
FRITELLE CALDE DI MELE RENETTE ALLA SALSA ROSSA DI RABARBAROE GELATO ALLA VANIGLIA BOURBON.

SORBETTO DI CEDRI DEL GARDA ALLO SPUMANTE DI CHARDONNAY.

GELATO DI CREMA AFFOGATO ALLA CREMA DI NOCCIOLE 7,00

SORBETTO DI LIMONE AFFOGATO ALLA GRAPPA DI LAMPONI

SORBETTO ALLA MELA AFFOGATO ALLA GRAPPA DI MOSCATO ROSA

GELATO O SORBETTO A SCELTA 5,00




VINI BIANCHI E ROSSI TRENTINI DOC IN BROCCA DA ¼ 5,00“ “ DA ½ 8,00AL BICCHIERE DA 100CC 3,00

 

BIRRE ARTIGIANALI DI MALTO DI MONTAGNA DA 33 CC 6,00

ACQUA MINERALE DA 1/2 L. 1,50

CAFFE’ 2,00

CAFFE’ CORRETTO 4,00

GRAPPE FRUTTATE, AROMATICHE E DIGESTIVI 5,00

GRAPPE DI MONOVITIGNI 6,00

LIQUORI ESTERI 6,00

LIQUORI ESTERI INVECCHIATI E RISERVE DI GRAPPE 8,00


DEI PIATTI SI POSSONO AVERE MEZZE PORZIONI ,CHE SARANNO ADDEBITATE AL 70% DEL PREZZO.


***IN CASO DI DIFFICOLTA’ A REPERIRE DEI PRODOTTI FRESCHI ,POTRANNO ESSERE UTILIZZATI DEI SURGELATI.


COPERTO € 3,00, IVA E SERVIZIO SONO COMPRESI NEI PREZZI.