Audio ON

Cucina e vini della tradizione trentina a Milano


LE PR0P0STE DI PRIMAVERA

CON IL TEPORE DELL’ARIA LA NATURASI RISVEGLIA ED E’ TEMPO DI ORTEZARLAVORARE NELL’ORTO, COGLIERNELE PRIMIZIE E LE ERBE PROFUMANTI.NEI BOSCHI SNEVATI RITORNANOi FUNGHI E GLI ASPARAGI SELVATICI.SONO GUSTOSE LE CARNI DA CORTILEE I PESCI DELLE ACQUE DI MONTAGNA.


LE ENTRATE 15,00

SPÀRES DE ZAMBANA A LA SEGESTA
ZAMBANA E’ UN PAESE AI PIEDI DELLA PAGANELLA FAMOSO PER GLI OTTIMI ASPARAGI.MAZZETTO TIEPIDO DI ASPARAGI BIANCHI AVVOLTI IN SPECK E GRATINATICON SALSA DI ERBA CIPOLLINA ALLE UOVA DI QUAGLIA.

STRÙCHEL AI RADìCC DA L’ORS PIATTO VEGETARIAN0
IL“RADICC DE L’ORS”,UN’ ERBA D’ALTA MONTAGNA GRADEVOLMENTE AMAROGNOLA, CHESI DICE SIA IL PRIMO PASTO DEGLI ORSI PER DEPURARSI DOPO IL LETARGO INVERNALE.ROTOLO TIEPIDO DI PASTA DA PANE CON VERZE, PATATE, PINOLI DI CIMBROE CREMA DI FORMAGGIO CASOLET AL VERDE DI RADICCHIO DELL’ORSO.

ARTICIÒCH E FEGADÈI
CARCIOFO GRATINATO CON FEGATINI D’ ANATRA MARINATI AI SEMI DI SENAPE,BUTTI D’ ASPARAGINA, SALSA DI CIPOLLE ROSSE E SALVIA FRITTA.

LUZ E GÀMBARI AI LIMÓN BASTARDI
UN FRESCO PIATTO APPETITOSO DI PESCE D’ACQUA DOLCE DESCRITTO IN UN RICETTARIOSETTECENTESCO DI UN NOTO PRELATO BUONGUSTAIO TRENTINO.INSALATA DI LUCCIO CARPIONATO, GAMBERI DI FIUME E VERDURE PRIMAVERILI AL PROFUMO D’ ANETO E LIMONI SELVATICI DELLE VECCHIE LIMONAIE RIVANE.

TABIÈL DE SALÀM DAL MONT
TAGLIERE DI SALUMI TRENTINI CON PATE’ DI FEGATO D’ OCA ALLE PRUGNE,FUNGHI MISTI DI BOSCO SOTT’ OLIO E TOSTINI TIEPIDI DI POLENTA DI PATATE.


LE ZUPPE E LE PASTE  

TRIS DI ASSAGGI DI PRIMI PIATTI A SCELTA MINIMO PER DUE PERSONE 20,00

 SUPA ZALDA, DETTA DE CÉCO BÈPE 14,00
NEL 1908 FRANCESCO GIUSEPPE, IL KAISER, DOVEVA PASSARE DA MADONNA DI CAMPIGLIOED AVREBBE PRANZATO IN UNA POSTERIA A META’ VALLE CON LA SCELTA DI UNA PARCA ZUPPAPOPOLARE, NON ARRIVÒ MAI, MA DA ALLORA QUESTA E’ RICORDATA CON IL SUO NOME.DELICATA ZUPPA DI CARNI BIANCHE, SEDANO, PATATE, FAVE E SPRESSA,IL FORMAGGIO DELLA VAL RENDENA, SU PANE CROCCANTE E MANDORLE.

MÒSA DE FORMENTÓN E FASÒI CO LE TARTÙFOLE 16,00
POLENTINA TIEPIDA DI GRANO SARACENO CON UN’ UMIDO DI FAGIOLI ROSSIPROFUMAT0 DAGLI ULTIMI TARTUFI NERI E UN FIL0 DI PANNA ACIDULATA.ERA CENA DEI MASARI, MA CON I TARTUFI SOLO PER CHI ERA TANTO FORTUNATO DA TR0VARLI.

CANÉDERLi DE SPONZIÒLE DA CASTAGNER 15,00
GNOCCHI TRENTINI DI SPUGNOLE, I FUNGHI PRIMAVERILI DEI CASTAGNETI,SPECK SFILACCIATO E FONDUTINA DI FORMAGGIO ERBORINATO DI CAPRA.

CIARÓNCIE DA ERBERAVE
RAVIOLI TRADIZIONALI LADINI DI RAPE ROSSE, PATATE E PORRI, CONINTINGOLO DI CAPRETTO AL VINO BIANCO TRAMINER E SEMI DI PAPAVERO.

STRANGOLAPRETI A LE ORTIGHE PIATTO VEGETARIANO
IL PIATTO RISALE AI TEMPI DEL CONCILIO ECUMENICO DI TRENTO DI META’ CINQUECENTO,CIBO POVERO PER I POVERI PRETI CHE INVASERO LA CITTA’ A SEGUITO DEI RICCHI CARDINALI.SFORMATINI DI FOGLIE D’ORTICA, PINOLI, UVETTA PASSITA E PANGRATTATO,IN SALSA DI NOCI ALLA RICOTTA AFFUMICATA.

BìGOI, GÀMBARI E ZUCHÉTI
GROSSI SPAGHETTI DI FARINA DI SEGALE IN CREMA DI GAMBERI DI FIUME,ZUCCHINE TRIFOLATE ED I LORO FIORI DORATI.

RISS E PÉSS AI SPÀRESI DAL MÓNT 16,00
PARTICOLARE RISOTTO INTEGRALE AL PESCE SALMERINO E CIME DI LUPPOLO,GLI ASPARAGI SELVATICI, AL BURRO DI NOCCIOLE E PROFUMO DI AGRUMI.

A RICHIESTA PASTE AL POMODORO O IN BIANCO 7,00



LE PIETANZE FORTI

LE CARNI SONO ACCOMPAGNATE DA CONTORNO ADATTO AL COMPLETAMENTO DEL PIATTO 

TONCO DE PONTESÈL 20,00
PIATTO CONVIVIALE CONTADINO DI PRIMAVERA, SI DICEVA ”DE PONTESÈL”DALLUNGO POGGIOLO DI LEGNO DEI MASI, DA DOVE SI VEDEVANO ARRIVARE GLI OSPITI.GUSTOSI BOCCONCINI DI CARNI BIANCHE DA CORTILE DI FARAONA,ANATRA ED OCA, COTTI IN UMIDO AL VINO ROSATO SCHIAVA GENTILE,CON I PRIMI FUNGHI MARZUOLI DELLE CEPPAIE DEI GELSI DI FONDO VALLEED UNA MORBIDA POLENTINA DI MAIS E PATATE NOVELLE.

CARN SALADA, FASÓI E DÉNT DE CAGN 21.00
TAGLIATA DI MANZO SALMISTRATO ALLE ERBE ODOROSE DI MONTAGNA,LEGGERMENTE FUMATO DI MUGO E SCOTTATO SU PIETRA OLLARE CONSFORMATO DI FAGIOLI BORLOTTI ALLA CREMA DI FORMAGGIO VEZZENA,E CICORIA SELVATICA DI PRATO. LA CARNE E’ 0TTIMA ANCHE MANGIATA CRUDA.

OSÈI SCAMPÀI 22,00
IL TEMPO DELLA CACCAGIONE E’ FINITO, MA RIMANE IL RICORDO DEI SUOI MAGICI SAPORI.PICCOLI AVVOLTINI DI VITELLO, I FINTI UCCELLETTI, PROFUMATI DI GINEPROCON PASTICCIO DI PATATE E FAGIOLINI VERDI, IL PATÙGOL DE BAGIANI.

ANZÓL EN FRICASSÈ DE SPÀRESI
L’ASPARAGO, PER ANTICHISSIMA TRADIZIONE, E’ IL RE ALLA TAVOLA DELLA STAGIONE.FRICASSEA DI AGNELLO DA LATTE AL DRAGONCELLO FRESCO E SCALOGNI,ED ASPARAGI BIANCHI DI ZAMBANA IN SALSA D’ UOVO E LIMONE.

CUNÈL A LI ARTICIÒCHI E POLENTA SU LA GRADÈLA 20,00
COSCETTA DI CONIGLIO DISOSSATA, FARCITA DI OLIVE DEL VERGOLANO,SMINUZZATA DI CARCIOFI AI POMODORI MALMATURI E RABARBARO,CON TOSTINO DI POLENTA DI GRANOTURCO DI STORO ABBRUSTOLITO.

ÓF EN CEREGHETA A LE TARTÙFOLE PIATTO VEGETARIANO
UOVO AL TEGAMINO PROFUMATO CON GLI ULTIMI TARTUFI NERI INVERNALI,RADICCHIO DELLE VIGNE GRIGLIATO E CROCCANTE TORTELLO DI PATATE.

A RICHIESTA PIATTO DI CARNE ROSSA O BIANCA ALLA GRIGLIA O IN PADELLA.
ED INSALATE CRUDE MISTE ALL’OLIO EXTRAVERGINE DI RIVA DEL GARDA.


IL PESCATO 21,00

PESS SU LA CALDÈRA
LA”CALDÈRA” ERA IL BRACIERE CHE SI USAVA SUI BARCONI A VELA GARDESANI,COPERTO DA UNA LASTRA DI PIETRA SERVIVA PER CUOCERE RUSTICAMENTE IL PESCE.FILETTI DI PESCE DI LAGO, AGONE, LAVARELLO, LUCCIO E CAVEDANOCUCINATI SU PIETRA AL PROFUMO D’ ALLORO, TIMO CEDRINO E VERDURE.

TROTA REGINA DEL PONÀL
TRANCIO SPINATO DI GROSSA TROTA LACUSTRE ARROSTITA IN FORNO,FARCITA DI PORCINI ESSICCATI, 0RIGAN0 E PURÈ DI FAGIOLINI VERDI.DIFFICILI DA CATTURARE, LE TROTE GIGANTI VIVONO NELLE ACQUE PIU’ PROFONDE,ERANO CHIAMATE “LE REGINE” PERCHE’ RITENUTE LE GENITRICI DELLA LORO SPECIE.

COREGÓN E LE BARBE DEI FRAI
LAVARELLO SFILETTATO E COTTO AL VAPORE CON SALSA DI NOCCIOLE,POMODORINI SCOTTATI ED INSALATA DI AGRETTI, LE BARBE DEI FRATI.

PÈRSEGHI DORÀI AI GRASÓNI
FILETTINI DI PESCE PERSICO DORATI IN FARINA DI MAIS CON VERDURE,SALSA DI CRESCIONE DELLE ROGGIE E RADICCHIETTO ROSSO ALL’AGRO.

PESCE D’ACQUA DOLCE IN BIANCO, ALL’OLIO O BURRO O GRIGLIATO 15,00

*IN CASO DI DIFFICOLTA’ NEL REPERIRE PRODOTTI FRESCHI POTRANNO ESSERE UTILIZZATI DEGLI AFFINI SURGELATI.



I FORMAGGI DI MALGA

PIATT DE LA BELA CASÈRA 14,00

MISTO DI FORMAGGI D’ ALPEGGIO TRENTINISPRETZ TZAORÌ DI MOENASPRESSA MAGRA DELLA VAL RENDENAERBORINATO E FRESCO DI CAPRA DEL LOMASOSTRAVECCHIO DELL’ALTIPIANO DELLA VÈZZENAUBRIACO AL TEROLDEGO ROTALIANOCON SALSA DI VINO TEROLDEGO ROSSO BALSAMICO E SENAPATA DI COTOGNI.

INSALATE CRUDE DI STAGIONE 6,00

CONTORNO DI VERDURE COTTE BOLLITE O ALLA GRIGLIA 6,00





LE COSE DOLCI E GELATE 7,00

STRÜDEL DE ZIRESE
DOLCE DI PASTA MAGRA DA PANE ALLE CILIEGE D’ ISERA, MELE E PINOLI,SERVITO TIEPIDO, CON SALSA DI MOSCATO GIALLO E GELATO ALLA CANNELLA.

TURTA DE CAROTI AL MEL DA ROSABÈCH
TORTA DELLE GIUDICARIE DI CAROTE, NOCCIOLE AL MIELE DI RODODENDRO,ALLA CREMA DI MIRTILLI NERI CON I SUOI FRUTTI CANDITI.

FAGOTÈL DE PERATOLE
FAGOTTINO DI PASTA FILO RIPIENO DI PERE KAISER, CIOCCOLATO FONDENTE,GELATO ALLA VANIGLIA E MENTA SELVATICA.

PALACINCHE A LE FRAGHE
CRESPELLA DEI TEMPI AUSTROUNGARICI, CALDA ALLE FRAGOLE FRESCHECON SALSA DI RABARBARO E GELATO DI JOGURT.

SORBETTO DI CEDRI DEL GARDA ALLO SPUMANTE DI CHARDONNAY.
GELATO DI CREMA AFFOGATO ALLA CREMA DI NOCCIOLE 6,00
SORBETTO DI LIMONE AFFOGATO ALLA GRAPPA DI LAMPONI
GELATO O SORBETTO A SCELTA 5,00



VINI BIANCHI E ROSSI TRENTINI DOC IN BROCCA DA ¼ 5,00“ “ DA ½ 8,00AL BICCHIERE DA 100CC 3,00

 

BIRRE ARTIGIANALI DI MALTO DI MONTAGNA DA 33 CC 6,00

ACQUA MINERALE DA 1/2 L. 1,50

CAFFE’ 2,00

CAFFE’ CORRETTO 4,00

GRAPPE FRUTTATE, AROMATICHE E DIGESTIVI 5,00

GRAPPE DI MONOVITIGNI 6,00

LIQUORI ESTERI 6,00

LIQUORI ESTERI INVECCHIATI E RISERVE DI GRAPPE 8,00


DEI PIATTI SI POSSONO AVERE MEZZE PORZIONI ,CHE SARANNO ADDEBITATE AL 70% DEL PREZZO.


***IN CASO DI DIFFICOLTA’ A REPERIRE DEI PRODOTTI FRESCHI ,POTRANNO ESSERE UTILIZZATI DEI SURGELATI.


COPERTO € 3,00, IVA E SERVIZIO SONO COMPRESI NEI PREZZI.